Pet Therapy

Riteniamo come valore fondamentale la promozione sociale dell’interazione tra uomo e cane e vogliamo divulgare i benefici che da essa si possono trarre.
Ed è per questo motivo che si è deciso di attribuire il giusto valore ai tecnici che operano nell’ambito delle attività sociali, come la protezione civile e nell’ambito della Pet Therapy.

Il termine pet therapy è comunemente usato per indicare una serie complessa di utilizzi del rapporto uomo-animale in campo medico e psicologico, che possono essere riassunti in AAA , Animal Assisted Activities, AAE Animal Assisted Education e AAT, Animal Assisted Therapy.

Le AAA, termine che viene tradotto in “attività assistite dagli animali”, hanno, come obiettivo primario, quello di migliorare la qualità della vita di alcune categorie di persone (anziani, ciechi, malati terminali,ecc.)”.

L’espressione “miglioramento della qualità della vita” sta a significare l’incrementare, per mezzo dell’animale, dello stato generale di benessere di alcune categorie di persone. Ad esempio gli anziani o i malati terminali che soffrono spesso a causa della solitudine in cui la loro posizione li costringe. Un animale in questo caso, offre amicizia, compagnia, è fonte di allegria e spesso stimola e costringe al gioco; inoltre, come è stato dimostrato, facilita i contatti sociali: due o più persone, che normalmente non hanno scambi di alcun genere, grazie alla presenza dell’animale possono ritrovarsi a discutere insieme dei problemi più comuni.

Le AAA consistono in interventi che possono essere erogati in vari ambienti da Tecnici di Pet Therapy.

Le AAE, che può essere tradotto con “attività educative assistite da animali”, consistono in progetti diretti da tecnici specializzati nel campo dell’educazione (insegnanti, educatori…) con finalità più specifiche riguardanti la sfera educativa, cognitiva e dell’apprendimento. Le AAE possono essere erogate in diversi ambienti e con persone di qualsiasi età. Durante gli incontri individuali o di gruppo, il Tecnico di Pet Therapy dev’essere supportato da personale specializzato e questo processo dev’essere documentato e valutato.

Le AAT, che traduciamo in “terapie assistite dagli animali” ,consistono in interventi con obiettivi specifici predefiniti, in cui gli animali rispondenti a determinati requisiti sono parte integrante dei trattamenti volti a favorire il miglioramento delle funzioni fisiche, sociali, emotive e/o cognitive nonché della salute del paziente. Si tratta di co-terapie dolci, che affiancando i consueti trattamenti, si rivelano efficaci, anche laddove questi non riescono, grazie soprattutto alla presenza dell’animale.

Sono terapie di supporto che integrano, rafforzano e coadiuvano le terapie normalmente effettuate per il tipo di patologia considerato.

Le terapie hanno una notevole potenzialità d’applicazione in campo medico-ospedaliero, nel settore psichiatrico e nell’ handicap.

Le TAA sono dirette o gestite da professionisti nel settore sanitario/sociale con esperienza specifica  nell’ambito dell’esercizio della propria professione e con l’ausilio del Tecnico di Pet Therapy coadiuvato dal suo animale